La mia esperienza di Aupair a Trento Blog dei volontari

26/04/2016 Novella Benedetti

Da gennaio a marzo 2016 ho fatto un'esperienza di ragazza alla pari a Povo, una frazione di Trento.

Il mio compito è stato soprattutto quello di occuparmi di due bambini (di sette e cinque anni), giocare con loro e parlarli in lingua tedesca. 

La mattina ci alzavamo alle sette e facevamo colazione insieme.  Aiutavo i bambini a lavarsi e a vestirsi per poi accompagnarli a scuola e all’asilo. Verso le 16.00 andavo a prenderli. Spesso tornando a casa ci fermavamo al parco per giocare a nascondino o a prendi e scappa. Arrivati a casa, dopo aver fatto merenda (molto importante!) giocavamo, leggevamo o disegnavamo insieme.

La madre tornava dal lavoro verso le sei e preparava qualcosa da mangiare. Qualche volta mi sono occupata dei bimbi anche la sera, visto che capitava a volte che la loro mamma avesse  impegni serali.
I lavori di casa non erano il mio compito; naturalmente ho aiutato a lavare i piatti o a stendere la biancheria per esempio, ma niente di più. 

Così dalle 8.00 alle 16.00 ero libera e ho avuto l'opportunità di organizzarmi alcune attività al di fuori della vita famigliare che stavo vivendo. Siccome studio l’italiano in Germania, ci tenevo ad iscrivermi ad una scuola in Italia: ho frequentato così quattro volte alla settimana un corso di italiano. Fatta la teoria, la potevo mettere in pratica subito dopo lezione– secondo me il modo migliore di imparare!

Spesso la domenica (il mio giorno libero) incontravo altre ragazze alla pari per fare un giro insieme o semplicemente per sederci e chiacchierare, perché parlare con persone che stanno vivendo la tua stessa esperienza e condividendo con loro le stesse emozioni aiuta tantissimo. 

Certamente durante un'esperienza Aupair  possono a volte esserci delle difficoltà legate all'adattamento in un contesto culturale e famigliare diverso: devo dire però che, nel mio caso, siamo sempre andati d'accordo e nel momento in cui sorgevano alcune incomprensioni riuscivamo, parlandone subito, a chiarirci rapidamente. Inoltre, in questi mesi ho avuto l'opportunità di visitare tanti luoghi e ho fatto molte nuove esperienze: ho visitato le città Verona, Bolzano, Padova e Venezia, sono andata al lago di Garda in bicicletta e per la prima volta nella mia vita ho fatto snowboard su una pista da sci. In poche parole, sono molto felice di aver preso la decisione di fare un'esperienza Aupair a Trento, perché ho conosciuto una famiglia molto speciale che (come ci siamo promessi)  rivedrò presto – o in Italia o in Germania (o entrambi!),  ho conosciuto la “vera” vita italiana e ho approfondito le mie conoscenze linguistiche.

ANGELA (Germania)