Volontario ESC per aiutare persone con disabilità intellettiva Blog dei volontari

18/11/2019 Francesca Caporali

Questa è la testimonianza di Piero, che presta servizio come volontario ESC in Belgio presso l'Arche Bruxelles.

Quello che ci racconta Piero:

"La mia vita da volontario ESC in Belgio va davvero molto bene. Presto servizio presso L'Arche Bruxelles, un'organizzazione che ospita trentatrè adulti con una disabilità mentale e li aiuta a vivere una vita di qualità.

Al momento abito in una casa dell'organizzazione: è una struttura che si prende cura di sette persone che hanno diversi gradi di deficit mentali. Insieme a loro vivo io insieme ad altri quattro volontari: due ragazze tedesche, una ragazza francese e un ragazzo spagnolo. Ci superivisionano tre educatori che ci aiutano a tenere le fila della nostra vita quotidiana. Le persone che seguiamo sono sorprendentemente autonome, non necessitando di aiuti o di un'assistenza particolare, e parlano esclusivamente in francese. Contrariamente a quanto mi aspettavo, quest'ultima cosa non si è rivelata un ostacolo insormontabile, pur essendo io partito con delle nozioni linguistiche molto basiche. Di certo mi sta aiutando molto anche il corso di lingua alla scuola che frequento.
In ogni caso, quello che faccio qui è molto semplicemente convivere con tutte queste persone e partecipare a varie attività domestiche e comunitarie. Quindi facciamo torte, sistemiamo il giardino di casa, mangiamo insieme, passeggiamo per Bruxelles e guardiamo qualche film nel weekend. La foto l'abbiamo scattata di recente, durante una festa di compleanno di una delle volontarie: è stata un'occasione preziosa per portare un clima gioioso nella casa!"