Scambio interculturale

Uno scambio interculturale giovanile è un'esperienza educativa in cui due o più gruppi di giovani di nazionalità e culture diverse si incontrano per confrontarsi su una tematica che va dall'ambiente, dallo sport al teatro. Gli scambi durano trai 5 e i 21 giorni, coinvolgono al massimo 60 persone e si rivolgono agiovani con un età compresa tra i 13 e i 30 anni.

Cos'è uno scambio interculturale?

Potrei dare mille risposte diverse a riguardo. In questo senso è più facile dire cosa non è uno scambio piuttosto che elencare gli elementi che lo identificano. Infatti oltre che un progetto educativo concreto dal valore culturale e formativo molto significativo, è anche un momento di riflessione e di crescita personale, perciò si tratta di un’esperienza piuttosto soggettiva.

Gli scambi internazionali sono progetti educativi finanziati dalla Commissione europea attraverso il programma Erasmus+ ; nello specifico rientrano nelle iniziative della “Key Action 1: Mobilità degli individui”. Gli scambi durano trai 5 e i 21 giorni, coinvolgono al massimo 60 persone e si rivolgono a giovani con un età compresa tra i 13 e i 30 anni.

Uno scambio interculturale è un esperienza in cui due o più gruppi di giovani di nazionalità diverse si incontrano per confrontarsi su un tema condiviso di carattere generale come può essere per esempio la tutela dell'ambiente o la disabilità . Lo scambio non è un momento di formazione specialistica o un corso strutturato . Il focus si concentra di più sulla relazione che sulla tematica del progetto. Le parole chiave sono “Apprendimento interculturale” e “Educazione non formale”. Uno scambio vuole garantire, a persone che normalmente non la hanno, la possibilità di viaggiare e di confrontarsi con realtà nuove e culture diverse.

Quali sono le attività di uno scambio?

Le attività di uno scambio comprendono:

  • workshop tematici
  • momenti di riflessione personale e di gruppo,
  • giochi di ruolo
  • laboratori artistici e creativi.
  • performance teatrali
  • energizer
  • gite d'istruzione e visite guidate

Quali sono gli obiettivi di uno scambio?

Gli obiettivi più generali di uno scambio interculturale sono sviluppare competenze, promuovere partecipazione attiva, contribuire alla maggiore occupabilità dei giovani e all'inclusione di giovani con minori opportunità. Gli scambi internazionali si delineano quindi come una grande opportunità di apprendimento sociale, culturale e linguistico.

In quali Paesi si può svolgere uno scambio?

In tutti i paesi dell'Unione Europea,i paesi EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera) così come nei paesi candidati ad entrare nell' UE (Turchia, Montenegro,Albania, Serbia, Bosnia, Kosovo).

Costi

Grazie al finanziamento dell'Unione Europea sono coperte le seguenti spese:

  • le spese di viaggio a/r dal paese di provenienza al paese di accoglienza sono parzialmente coperte con un contributo a forfait calcolato in base alla distanza (normalmente il massimale del rimborso è 170)
  • Vitto e alloggio nel paese dove si svolge lo scambio
  • assicurazione civile (stipulata dall'associazione Inco)
  • è possibile che venga chiesta un contributo dall'associazione ospitante, che solitamente è tra i 10 e i 20 euro, per finanziare attività fuori programma come può essere una gita o una cena al ristorante.

Nel momento in cui un candidato conferma di voler partire con InCo, gli viene chiesta una quota di partecipazione (40,00 €)